Valle Caudina: Primo circolo, la telecamere di Rai Tre ‘approdano’ tra i banchi
Pubblicato il 24-02-2009

(IL SANNIO)

Le telecamere di Rai Tre approdano al Primo Circolo di Sant’Agata de’ Goti. I bambini del Diotallevi, si sono ritrovati insieme ai titolari, agli esponenti, ai responsabili della Coldiretti, della Fondazione “Campagna amica”...
Le telecamere di Rai Tre approdano al Primo Circolo di Sant’Agata de’ Goti. I bambini del Diotallevi, si sono ritrovati insieme ai titolari, agli esponenti, ai responsabili della Coldiretti, della Fondazione “Campagna amica”, dell’Associazione “Agrimercato” del Sannio e di vari agriturismi della provincia di Benevento per realizzare un servizio televisivo che andrà in onda sulla rete nazionale a sostegno del “mangiar sano”. Uno spazio dedicato alla educazione alimentare attuato direttamente “sul campo” che è riuscito ad integrare scuola e territorio nel rispetto della natura e dei sapori di una volta. L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dalla Dirigenza e dal personale del Circolo Diotallevi, nell’ottica di un progressivo ampliamento degli orizzonti formativi dei piccoli alunni, protagonisti di iniziative sempre nuove sempre più interessanti. I piccoli alunni, tutti rigorosamente con i berrettini offerti dalla Coldiretti, hanno ascoltato con attenzione le informazioni scientifiche sui prodotti tipici e successivamente hanno consumato le merendine offerte dagli organizzatori esterni. Gioia, stupore, simpatia, meraviglia erano le espressioni dipinte sul volto dei fanciulli, tutti presi a dare il loro contributo ad una scuola trasformata per un giorno in una sorta di agriturismo “dilatato”, entro cui si possono gustare gli alimenti più genuini, prelibati, nutrienti e saporiti. “Questa scuola mi piace tanto, tanto ma sempre di più…” ha detto Mirko, mentre gustava una merendina di pane fatto in casa, pomodori e olio biologico di oliva, e poi miele con rosse e profumate mele annurche e tanta marmellata fatta in casa. Un appetitoso banchetto realizzato con la partecipazione delle aziende agrituristiche “Ape regina” di Marco Razzano e “Antonio Buro” di Sant’Agata dei Goti, “Masseria Antonio Frangiosa” di Torrecuso, “Pietro Grasso” di Dugenta, “Villa Paola” di Pannarano è stato allestito negli ampi locali dell’edificio scolastico del capoluogo. In questo grande contenitore dedicato all’educazione alimentare e quindi anche all’educazione alla salute, non sono mancati interessanti interventi, di taglio squisitamente didattico, del Direttore della Coldiretti, Luigi Auriemma, del Responsabile del settore zootecnico Lorenzo Urbano e del Responsabile della Fondazione “Campagna amica”, Stefano Castracani, seguiti con attenzione e interesse dai piccoli alunni e dal personale scolastico. “I loro messaggi e spunti di riflessione si possono sintetizzare nell’invito a valorizzare l’identità dei nostri territori e del nostro stile di vita – hanno commentato dal Primo Circolo - con la certezza sulla qualità, l’origine e la salubrità di ciò che mangiamo. La necessità di diffondere la cultura dei consumi legati alle nostre campagne, difendendo il nostro patrimonio di boschi, fiumi e laghi, nel rispetto del paesaggio e della salubrità dell’aria, incominciando dalla scuola è stato uno dei concetti su cui ci si è soffermati di più. Accanto a questo, il presidente dell’Associazione “Agrimercato del Sannio”, Armando Di Giambattista ha messo in evidenza l’opportunità che ciascuno si impegni perché le prossime generazioni possano assaporare la qualità della vita e il modo di stare insieme che noi abbiamo conosciuto. Si tratta di importanti messaggi educativi - ha commentato la vicaria Linda Iadevaia - nei quali ci ritroviamo pienamente come scuola, come genitori e come cittadini”. Particolarmente entusiasta anche il dirigente del Primo Circolo, Giovanni Formato che non ha esitato a ringraziare gli intervenuti “per il rilevante e incisivo contributo offerto all’azione educativa della scuola, coinvolgendo il territorio, i responsabili, i giovani”. L’iniziativa è stata accolta con grande favore anche dal Presidente del Consiglio di circolo, Augusto Buro che, ripercorrendo le tappe di tutto il progetto didattico, ha espresso grande soddisfazione per la realizzazione di simili eventi formativi: “Questo progetto di educazione alimentare, iniziato in autunno con una giornata in campagna e proseguito oggi qui a scuola, si concluderà in primavera, con un’altra esperienza didattica sul campo, presso un’Azienda agrituristica”.